Home page



  • Campus ITI E. Majorana Grugliasco

  • Auditorium ITI E. Majorana Grugliasco - per prenotazioni visita il sito www.itismajo.gov.it/audiovisivi

  • Auditorium ITI E. Majorana Grugliasco - per prenotazioni visita il sito www.itismajo.gov.it/audiovisivi

  • Campus ITI E. Majorana Grugliasco - campo da calcio

  • Campus ITI E. Majorana Grugliasco - campo da calcio

  • Laboratorio Informatica 1

  • Laboratorio Informatica 2

  • Laboratorio Sistemi Elettronici

  • Laboratorio Telecomunicazioni

OFFERTA FORMATIVA

Elettronica ed Elettrotecnica 
Informatica e Telecomunicazioni 
Chimica, Materiali e Biotecnologie 
L’Istituto Tecnico Industriale Ettore Majorana forma periti tecnici industriali negli indirizzi di "Informatica e Telecomunicazioni", "Elettronica ed Elettrotecnica", e "Chimica, Materiali e Biotecnologie" preparandoli ad inserirsi rapidamente in realtà produttive tecnologicamente avanzate o a proseguire con successo gli studi universitari. (Per saperne di più consulta l'Offerta Formativa.)

NOTIZIE

di Nessuna informazione sulla presenzaElena Baldino
​Mercoledì 20 marzo alle ore 17,30 ci sarà un incontro in Auditorium con studenti e famiglie per la presentazione dei tirocini estivi. L'incontro è rivolto...
di Nessuna informazione sulla presenzaElena Baldino

​Mercoledì 20 marzo alle ore 17,30 ci sarà un incontro in Auditorium con studenti e famiglie per la presentazione dei tirocini estivi. L'incontro è rivolto alle classi terze e quarte dell'istituto.

di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida
​Sono aperte le iscrizioni alla sessione d'esame NUOVA ECDL di Mercoledì 20/03/2019 ore 14.30 secondo le nuove modalità. Per iscriversi è necessario: ​Compilare il seguente modulo online che trovi qui Compilare...
di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida

Sono aperte le iscrizioni alla sessione d'esame NUOVA ECDL di Mercoledì 20/03/2019 ore 14.30 secondo le nuove modalità.

Per iscriversi è necessario:

  1. ​Compilare il seguente modulo online che trovi qui
  2. Compilare e consegnare in segreteria il seguente modulo che trovi qui​ con annessa la ricevuta di pagamento
​Entrambi i passaggi sono obbligatori per essere ammessi alla sessione d'esame.

Si prega di leggere con attenzione le avvertenze presenti sia sul modulo online che sul modulo cartaceo.

SCADENZA ISCRIZIONE 18/03/2019 ORE 10.00

Nota: Gli studenti del Majorana devono consegnare obbligatoriamente il modulo compilato e la ricevuta di pagamento in segreteria didattica entro il venerdì precedente alla data d'esame, pena l'esclusione

Nota 1: Gli studenti che vantano un credito dalla scuola possono convertirlo come pagamento dell'esame (allegare la vecchia ricevuta)

Nota 2 (SOLO ESTRENI): Gli utenti esterni possono consegnare il modulo ed il bollettino di pagamento il giorno dell'esame ma devono mandare via e-mail copia del modulo e del bollettino a ecdl@itismajo.it a titolo di garanzia​
di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida
​Non avendo raggiunto il limite massimo dei 25 iscritti tutti coloro che hanno compilato il modulo di pre-iscrizione sono automaticamente ammessi Gli ammessi devono scaricare il...
di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida

Non avendo raggiunto il limite massimo dei 25 iscritti tutti coloro che hanno compilato il modulo di pre-iscrizione sono automaticamente ammessi


Gli ammessi devono scaricare il seguente modulo Mod_Iscrizione_M4_SPREADSHEET_ConCalendario.pdfMod_Iscrizione_M4_SPREADSHEET_ConCalendario.pdf e perfezionare l'iscrizione entro la data di scadenza pena l'esclusione.



Scadenza iscrizioni giovedi 14/03/2019 ore 12.00



Le iscrizioni sono aperte anche ad eventuali altri candidati fino al completamento dei posti disponibili​
di Nessuna informazione sulla presenzaCarlo Gino
ANALISI OFFERTA FORMATIVA ATENEI TORINO : POLITO, UNITO E ITS. PRESENTAZIONE ED ANALISI COMPARATIVA LAUREE TRIENNALI E GUIDE STUDENTE ANNO ACCADEMICO 2018/19
di Nessuna informazione sulla presenzaCarlo Gino

ANALISI OFFERTA FORMATIVA ATENEI TORINO : POLITO, UNITO E ITS. PRESENTAZIONE ED ANALISI COMPARATIVA LAUREE TRIENNALI E GUIDE STUDENTE ANNO ACCADEMICO 2018/19

di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida
​Si comunica che per esigenze di servizio la sessione d'esame Nuova ECDL del 25 marzo 2019 sara anticipa a mercoledì 20 marzo. Ci scusiamo per l'eventuale...
di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida

​Si comunica che per esigenze di servizio la sessione d'esame Nuova ECDL del 25 marzo 2019 sara anticipa a mercoledì 20 marzo. Ci scusiamo per l'eventuale disagio.

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Pracatinat, 4/6 febbraio 2019   Non è semplicissimo sintetizzare in poche righe un’esperienza come quella vissuta con i ragazzi delle classi prime nell’ambito del Progetto Accoglienza: le giornate sono state intense...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Pracatinat, 4/6 febbraio 2019

 

Non è semplicissimo sintetizzare in poche righe un’esperienza come quella vissuta con i ragazzi delle classi prime nell’ambito del Progetto Accoglienza: le giornate sono state intense ed hanno offerto molti spunti di riflessione, favoriti anche dal fatto di essere al di fuori del tradizionale contesto scolastico. Tre giorni racchiusi in una dimensione temporale e spaziale unica e straordinaria; gli antichi Greci chiamavano kairos il Tempo inteso come “momento propizio, opportuno, supremo”; il Tempo nel quale si vive come in sospeso, sperimentando qualcosa di atteso e speciale. I nostri ragazzi hanno vissuto momenti di ascolto (anche di ascolto del silenzio, quello autentico della montagna…), momenti di condivisione, di fatica e di gioco, ma soprattutto, mi sembra importante sottolinearlo, sono stati insieme, hanno dialogato, si sono conosciuti meglio.

Con le guide e gli educatori avevamo concordato un percorso (non solo di sentieri, ma anche di crescita personale) articolato intorno al concetto di fatica: i ragazzi hanno potuto riflettere e confrontarsi su ciò che intendono per “fatica” e sulla differente percezione di essa nelle varie circostanze in cui vivono la propria quotidianità.  Abbiamo insieme affrontato “dislivelli” del territorio e non solo, riflettendo sui nostri limiti e mettendoci alla prova per superarli.

 

Nelle attività didattiche che ogni gruppo ha svolto con i propri docenti e con gli educatori, anche gli studenti più riservati hanno trovato spazio per esprimere le proprie opinioni e sensazioni e sono stati guidati a scoprire il valore dell’impegno, del rispetto degli altri, dell’ambiente, delle regole, degli orari, ecc. e tutti hanno dimostrato una certa autonomia nell’adattarsi alle esigenze organizzative del gruppo.

Per concludere, vorrei sottolineare l’importanza dello scenario grandioso della montagna imbiancata che abbiamo percorso, talvolta con fatica e difficoltà, ma sempre con uno sguardo rivolto verso la meta da raggiungere; esattamente quello che mi auguro riusciamo a realizzare, sia noi educatori, sia i ragazzi che stanno progettando il proprio futuro.

                                                                                                                      Beatrice Ronco

 ​

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
Da alcuni anni ormai, molti di noi, docenti di lettere, sentivamo l’esigenza di creare uno spazio di apprendimento innovativo e digitale, per l’insegnamento delle materie letterarie e...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Da alcuni anni ormai, molti di noi, docenti di lettere, sentivamo l’esigenza di creare uno spazio di apprendimento innovativo e digitale, per l’insegnamento delle materie letterarie e storiche, che ci permettesse di coniugare l’utilizzo della tecnologica con la didattica laboratoriale, al fine di consentire l’acquisizione di conoscenze e competenze in modo più attraente e coinvolgente per l’utenza del nostro istituto.

Purtroppo, come accade spesso, mancavano i fondi e quindi con buona volontà, e non senza difficoltà, abbiamo cercato di allestire un’aula dell’istituto con banchi, con sedie e con dei netbook che erano già in dotazione al dipartimento, ma che non avevano fino ad allora trovato una loro collocazione.  Con tanto entusiasmo due docenti, il Prof. Elia e la Prof.sa Salvadori, con un gruppo di studenti, hanno tinteggiato le pareti dell’aula, di un colore verde brillante, con scritte e decori, che ha reso l’ambiente più allegro e accogliente.

Negli anni, tuttavia, questo allestimento, un po’ raffazzonato, si è dimostrato poco funzionale. La disposizione delle postazioni non consente uno stile di apprendimento collaborativo né tanto meno una didattica dove la centralità del docente, come mediatore/facilitatore, sia necessaria. Infatti, gli studenti sono costretti a lavorare dando le spalle alla Lim e alla cattedra. I pc sono oramai obsoleti e non supportano programmi avanzati per creare presentazioni multimediali o video.

Finalmente il MIUR, nel mese di novembre, ha reso pubblico un bando, nell’ambito del PNSD, (piano nazionale per la scuola digitale), per la realizzazione di ambienti di apprendimento innovativi, al quale, in tempi molto stretti, la nostra scuola ha aderito con un progetto che mira alla riqualificazione dell’attuale laboratorio di lettere.

 

Con grande piacere annunciamo di essere tra le scuole vincitrici  e quindi di poter  accedere al finanziamento di 20.000 euro per la creazione di uno spazio di apprendimento multifunzionale, flessibile, al fine di  sviluppare un ambiente, fisico e virtuale, in cui gli allievi possano sperimentare, oltre a un’innovazione delle metodologie didattiche nell’insegnamento/ apprendimento delle discipline letterarie, anche  il superamento delle barriere tra le discipline tecniche, caratterizzanti l’indirizzo della scuola (informatica, telecomunicazioni, elettronica) e le discipline umanistiche, allo scopo di promuovere un sapere olistico, che può svilupparsi  solo grazie a compiti di realtà, situati e a una tecnologia immersiva,  attraverso la creazione di prodotti multimediali (videogiochi, realtà virtuale e  aumentata, video, siti web, ebook, booktrailer).

L’arredo previsto nel nuovo setting comprende tavoli mobili, abbinabili, e sedie con rotelle in modo da creare un ambiente facilmente riconfigurabile a seconda del tipo di attività che si vuole svolgere, offrendo ai docenti la possibilità di sperimentare differenti metodologie didattiche. A seconda delle diverse esigenze sarà possibile disporre gli arredi per il lavoro di gruppo, abbinando i tavoli, per il lavoro a coppie, per la discussione con una configurazione a semicerchio o per la lezione frontale. Inoltre, i tavoli dovranno avere il piano di lavoro pieghevole, per essere accatastati con il minimo ingombro, al fine di permettere una maggiore flessibilità dello spazio. Verranno inoltre acquisiti nuovi dispositivi hardware e software, un armadio per caricare i notebook, e una stampante. Inoltre, i dispositivi verranno messi in rete tra di loro e verrà creato un software per la condivisione in BYOND.

L’aspetto veramente innovativo di questo laboratorio consiste nel promuovere una stretta collaborazione tra i dipartimenti di informatica/elettronica e di lettere al duplice scopo fine di motivare gli studenti allo studio delle discipline storiche e letterarie, grazie all’utilizzo delle tecnologie informatiche che si sintonizzano con le loro aspirazioni e le loro competenze specialistiche e di orientare gli allievi verso settori lavorativi che offrono sempre più possibilità di lavoro, come la filiera per lo sviluppo di videogiochi, o della realtà aumentata e virtuale, in relazione alle attività culturali, museali o turistiche.

Per questo vogliamo fin da ora ringraziare alcuni docenti di altri dipartimenti, tra cui la Prof.sa Baldino, il Prof. Bozzi e il Prof. Zucchini che si sono resi molto disponibili alla collaborazione fin dalla fase progettuale, nonché il prof. Rosiello, responsabile dell’Ufficio tecnico.

 Giovanna Abele

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Sembrerebbe quasi un controsenso che, in un istituto in cui la componete maschile rappresenta quasi 90% degli studenti, si senta l’esigenza di parlare di pari opportunità e...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Sembrerebbe quasi un controsenso che, in un istituto in cui la componete maschile rappresenta quasi 90% degli studenti, si senta l’esigenza di parlare di pari opportunità e di uguaglianza di genere nelle scelte professionali e nel mondo del lavoro. La sfida è stata accolta già durante lo scorso anno scolastico da alcuni insegnanti del Majo, che hanno aderito, con le loro classi, ad un progetto dal titolo “Superare il gender gap nel digitale” proposto dalla Consigliera di Parità della Regione Piemonte, Giulia Maria Cavaletto, in collaborazione con il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino. Il progetto si è articolato in una serie di incontri, tre lezioni formative con interventi di esperti e di rappresentanti femminili nel mondo delle STEM, e una visita in azienda. A conclusione del percorso gli alunni del nostro Istituto hanno partecipato il 3 dicembre, alla Cavallerizza Reale, ad un debate con altre scuole della regione, sui temi della parità di genere nel mondo delle professioni scientifiche e informatiche, difendendo con onore la propria posizione.

La  scelta di portare avanti, nell’ambito dell’educazione a una cittadinanza responsabile, il tema della parità di genere, ci sembra  anche e soprattutto necessaria in un Istituto come il nostro, proprio per gli aspetti che lo caratterizzano; in primo luogo per l’alta componente di maschi, infatti sono proprio loro che maggiormente necessitano uno stimolo alla riflessione, che a partire dagli stereotipi di genere, non ancora superati,  li conduca a maturare una consapevolezza dei diritti dell’altro sesso, per costruire rapporti più equi nella società di domani; in secondo luogo perché il settore in cui le donne sono ancora in numero minoritario è quello delle STEM, (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica), vale a dire il mondo verso cui sono proiettati i nostri studenti e le nostre studentesse. Pertanto, anche nell’anno scolastico corrente, abbiamo aderito con tre classi, due quarte e una terza, ad un altro progetto, “Diritti 70.0”, il cui titolo fa riferimento ai diritti sanciti dalla Costituzione, per parlare di criteri di uguaglianza sulle chance formative e occupazionali.

Si sono appena conclusi i quattro incontri formativi presso la nostra scuola, a cui farà seguito un laboratorio per l’elaborazione di un prodotto creativo: disegno/grafica; trailer-minifilm; breve componimento (poesia, slogan o simili). Nel mese di maggio una delegazione di studenti e studentesse rappresentativa di ogni scuola coinvolta parteciperà a un incontro con rappresentanti istituzionali e del lavoro che si terrà nella sede istituzionale Palazzo Lascaris, all’interno dell’Aula del Consiglio Regionale del Piemonte, per esporre i quesiti-sfida elaborati dalle classi. In questa sede verranno esposti i prodotti creativi e votati dagli astanti in modo da far sperimentare ai ragazzi le modalità di voto istituzionale utilizzate dal Consiglio regionale. Un ultimo momento di dialogo degli studenti e delle studentesse, Summer Camp, sarà con esponenti del mondo del lavoro che svolgono professioni che contrastano lo stereotipo di genere.  L’ascolto delle testimonianze (per ciascuna sessione: una donna impegnata in un lavoro “tradizionalmente maschile” e un uomo in un lavoro “tradizionalmente femminile”) sarà preceduto da un momento di discussione guidato da persona moderatrice presente in aula e supportato da proiezione di foto e video.

Il percorso è riconosciuto come alternanza scuola-lavoro, trattandosi di un’esperienza educativa, co-progettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata a favorire, attraverso occasioni formative di alto e qualificato profilo, la capacità di tradurre le idee in azione, acquisendo consapevolezza del contesto in cui si lavora e capacità di cogliere le opportunità che si presentano.

 ​Giovanna Abele

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Può un semplicissimo bottone, utilizzato dall’uomo preistorico sin dagli albori della civiltà per chiudere i propri abiti rudimentali, trasformarsi in un concentrato di tecnologia che permetta all’uomo contemporaneo...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Può un semplicissimo bottone, utilizzato dall’uomo preistorico sin dagli albori della civiltà per chiudere i propri abiti rudimentali, trasformarsi in un concentrato di tecnologia che permetta all’uomo contemporaneo di collegarsi ad Internet, di pagare un drink o di condividere informazioni personali con i propri amici? È ciò che stanno provando a realizzare un gruppo di studenti delle quarte elettroniche ed informatiche nell’ambito del progetto “Smart button - Un bottone intelligente” del PON Alternanza Scuola-Lavoro.

Il PON ASL attivato al Majorana prevede due moduli relativi a “percorsi di alternanza scuola-lavoro in filiera”. Il modulo in oggetto individua come settore tecnologico e produttivo di filiera quello dell’Industria 4.0 legato all’IoT (Internet of Things). Le aziende con cui si collabora sono il bottonificio “F.lli Bonfanti” di Torino, l’Aeronautic and Space Industry “iMEX.A” di Collegno e l’azienda di elettronica “Langensee” di Verbania.

L’attività sul bottone intelligente rientra nel filone IoT detto “Smart Wearable”, ossia di oggetti indossabili con sensori in grado di fornire informazioni utili, ad esempio, in ambito sanitario o relativi al benessere della persona. Il gruppo di studenti che partecipa al progetto ha preso in esame svariati ambiti di applicazione, per finire con l’orientarsi verso scenari “social” pensando ad un target di utenti con età compresa tra i 14 e i 30 anni.

L’obiettivo sfidante per i giovani è di ideare, sviluppare, realizzare e commercializzare un bottone, dotato di un microchip interno, che verrà fornito, insieme ad un’app dedicata e ad un lettore RFID, ai gestori dei locali della movida torinese in sostituzione dell’obsoleto biglietto d’ingresso. Ciò permetterà ai clienti di effettuare pagamenti collegandosi direttamente alla propria carta di credito o al proprio profilo paypal; di condividere informazioni personali o messaggi con altri clienti autorizzati; di scambiare link che rimandino ai propri profili social o a pagine web selezionate. Un bottone intelligente, appunto, e social. Il progetto permetterà agli studenti non solo di approfondire tematiche previste dai programmi di studio in ambito elettronico ed informatico, ma darà loro l’opportunità di sviluppare competenze specifiche e di scoprire il mondo dell’IoT, sempre più richiesto dal mercato del lavoro.

Scopo del progetto è anche di fornire agli studenti partecipanti alcune competenze trasversali, particolarmente utili per il loro futuro. Infatti, i giovani toccheranno con mano le problematiche connesse con la realtà aziendale, imparando a lavorare in un team working di progetto e implementando le tecniche di Project management per la pianificazione delle attività, per la valutazione dei costi-benefici e per la realizzazione di un nuovo prodotto da lanciare sul mercato. Un modo concreto e intelligente per presentarsi più “attrezzati” nel mercato del lavoro.

 ​Elena Baldino e Alessandro Battaglino

 

 

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Il PON Alternanza Scuola-Lavoro attivato al Majorana prevede due moduli relativi a “percorsi di alternanza scuola-lavoro in filiera”. L’azione è volta a qualificare l’offerta di percorsi di alternanza...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Il PON Alternanza Scuola-Lavoro attivato al Majorana prevede due moduli relativi a “percorsi di alternanza scuola-lavoro in filiera”. L’azione è volta a qualificare l’offerta di percorsi di alternanza scuola-lavoro coerenti con la vocazione produttiva territoriale o strategica, permettendo ai giovani di fare esperienza nei vari ambiti della filiera, approcciando diversi contesti e arricchendo la propria conoscenza del mondo del lavoro.

I percorsi di alternanza scuola-lavoro prevedono il coinvolgimento di tutor scolastici e tutor esterni rappresentanti delle strutture coinvolte (non esiste quindi la figura dell’esperto, tipica dei PON FSE), che accompagnano gli studenti nel percorso formativo e forniranno loro momenti di orientamento per presentare le caratteristiche, le opportunità e le potenzialità che il territorio o il settore in cui si svolge l’esperienza di alternanza può offrire.

 

Il modulo in oggetto individua come settore tecnologico di filiera quello relativo alle applicazioni di Realtà Virtuale (RV) e Realtà Aumentata (RA) rivolte alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale. È stata prevista la collaborazione di realtà Universitarie (ISMB, Istituto Superiore Mario Boella, centro di ricerca applicata e di innovazione focalizzato sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione, con un settore che studia la Realtà Virtuale),  Industriali (Rokivo, del gruppo Altavia Group, che sviluppa web app e software per aziende) e Culturali (FTM, Fondazione Torino Musei, che gestisce i musei di Torino: GAM, MAO, Palazzo Madama e Borgo Medievale). L’Associazione Dojo partecipa con attività di orientamento e formazione sulla modellazione 3D e di raccordo tra le aziende.

 

La conoscenza della filiera passa attraverso la realizzazione pratica di un modello virtuale di una stanza museale di Palazzo Madama nel quale si inseriscono elementi di realtà aumentata.

Oltre ad acquisire competenze tecniche, uno degli obiettivi che si pone il progetto è lo sviluppo della creatività come elemento fondamentale per gli studenti per affrontare il lavoro del futuro.

 

Il gruppo di studenti che partecipa a questo modulo del PON ASL impara a lavorare con il software Unity, lo stesso usato per sviluppare videogiochi, che integra alcuni strumenti per lo sviluppo di App per realtà virtuale e realtà aumentata.

I giovani hanno già realizzato una prima App di realtà virtuale, di prova, per sistemi Android, usando Google Cardboard SDK. Per usarla, però, è necessario avere uno smartphone dotato di giroscopio (i moderni smartphone hanno un giroscopio a 3 assi che viene utilizzato per rilevare i movimenti nei tre assi X, Y e Z). L’effetto immersivo è stato provato con un cardboard nel quale è stato inserito uno smartphone con giroscopio ... il risultato è stato entusiasmante!

A seguire si è passati alla realtà aumentata, sperimentando l’ambiente di sviluppo Vuforia, integrato in Unity. Le prove sono state fatte usando un’immagine d’epoca della facciata di Palazzo Madama (vedi figura): l’App realizzata dagli studenti, avviata su smartphone Android, riconosce l’immagine della facciata attuale di Palazzo Madama e la sostituisce con quella d’epoca.

 

Immagine d’epoca della facciata di Palazzo Madama

Una volta acquisita una certa dimestichezza con Unity e con i tool di sviluppo per RV e RA, gli studenti sono pronti a lavorare sul modello della stanza museale. Un martedì mattina, giorno in cui il museo è chiuso, andranno a Palazzo Madama per effettuare i rilievi con un tecnico esperto che porterà uno strumento speciale: un imaging laser scanner (vedi figura), che consentirà di fare la scansione della stanza e ottenere una “nuvola di punti” da elaborare con il software Autodesk ReCap® Pro per ottenere il modello su cui poi lavorare.

 

L'imaging laser scanner Leica BLK360 e Autodesk ReCap® Pro for mobile che si useranno, rispettivamente, per i rilievi della stanza di Palazzo Madama e per la creazione del modello che la rappresenta

Dopo aver acquisito le competenze tecniche, gli studenti dovranno concentrarsi anche sui contenuti da inserire come realtà aumentata, lavorando sulle fonti e sui materiali che fornirà la Fondazione Torino Musei.

 

L’App di realtà aumentata che svilupperanno gli studenti sarà un contributo a far vivere l’esperienza museale di persona, a visitare fisicamente (e non solo virtualmente) il museo. La visita “reale” di un museo fa riflettere e suscita emozioni. Ci sono visitatori che finiscono per attraversare le stanze senza soffermarsi più di tanto, usando la nostra App invece entreranno nella stanza modellata e saranno stimolati a conoscerla, potranno avere un’interazione con gli altri visitatori, condividendo e commentando le scoperte della realtà aumentata. Quindi un’esperienza ben diversa da quella isolata che si avrebbe con il visore di realtà virtuale e che non richiede di dotarsi di un dispositivo particolare, è sufficiente il proprio smartphone.

​Elena Baldino e Marcello Bozzi

 


CIRCOLARI

  • DOCENTI
  • STUDENTI
  • PERSONALE ATA
CODICE DISCIPLINARE ATA.pdf

CERTIFICAZIONI

 

Il First Certificate in English (FCE) è una certificazione di livello intermedio-alto che dimostra l'abilità di utilizzare l'inglese scritto e parlato quotidianamente per motivi di lavoro o di studio.

 

Il Preliminary English Test (PET) rappresenta il secondo livello degli esami Cambridge in English for Speakers of Other Languages. Il PET valuta la capacità di comunicazione quotidiana nella lingua scritta e parlata

 

Cisco Networking Academy la certificazione sui dispositivi di rete più prestigiosa e qualificata.

Per informazioni contattare il Prof. Renato Rondano.

 

Patente Europea del Computer

Per informazioni inviare una e-mail all'indirizzo ecdl@itismajo.it.

 

MTA (Microsoft Technology Associated) la certificazione sulla programmazione di base più qualificata e indipendente dalle tecnologie software.

Per informazioni contattare il Prof. Ferdinando Sanpietro.

 

PHP on MySQL la certificazione open source sulla programmazione Web back-end più qualificata.

Per informazioni contattare il Prof. Ferdinando Sanpietro.

Per saperne di più consulta il volantino delle certificazioni informatiche


 

ECDL Health è un programma di certificazione sul corretto utilizzo delle tecnologie digitali nel trattamento dei dati sanitari dei pazienti.

Per informazioni contattare il Prof. Carlo Gino.

Per saperne di più consulta la pagina www.itismajo.gov.it/ecdl-health

 

Il Patentino della Robotica COMAU permette di ottenere una certificazione riconosciuta a livello internazionale nell'ambito dell’automazione industriale. Il percorso di formazione ha una durata di 100 ore.

Per informazioni contattare il Prof. Giuseppe Minutoli.

Per saperne di più consulta la locandina.


​​

eTwinning/Erasmus Plus

eTwinning 

eTwinning è una piattaforma per le scuole dei paesi europei per comunicare, collaborare, sviluppare progetti e condividere idee: in breve partecipare alla più entusiasmante community europea di insegnanti e studenti!

Erasmus plus 

Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020. Il nostro Istituto ha presentato una candidatura per l'Azione chiave 2, cioè la "Partenariati strategici tra organismi dei settori educazione/formazione".


[Leggi]

Appunti di viaggio sul progetto "Sicilia 100% antimafia"

Appunti di viaggio sul progetto  
 
Nella vita di insegnante ci sono pochi momenti in cui si è assolutamente certi di aver fatto la cosa giusta. Sul treno di ritorno da Palermo dopo venti ore di viaggio d’andata e altrettante che ci attendono per il rientro c’è il tempo per ripercorrere le tante tappe di questo viaggio, di questo progetto, e sentire viva la sensazione di aver colto nel segno, di aver raccolto più di quanto fosse nelle più rosee previsioni. [continua]
​​​​

Portale per la chimica

Portale tematico dedicato alla chimica ed alla educazione scientifica redatto dagli studenti che si ritrovano nel laboratorio di chimica al pomeriggio e che organizzano spettacoli itineranti di magie delle scienze.


Al termine dei lavori tutto il materiale viene pubblicato in rete su questo portale. Nel portale potrete trovare documentazione, immagini e video relativi a centinaia di esperimenti scientifici.... da non perdere!

www.itismajo.gov.it/chimica

Portale per la chimica 
 

MANIFESTI PROGETTO SICILIA 100% ANTIMAFIA

Il progetto Sicilia 100% antimafia è nato dal consiglio di classe della II O che ha costruito, attorno ad un percorso organizzato da Addiopizzo Travel di Palermo, una proposta didattica che ha coinvolto studenti e famiglie. Oltre ad un'attività didattica in classe che ha visto i ragazzi informarsi sul tema delle mafie, dei loro meccanismi di esistenza e di radicamento sul territorio, nel tessuto economico locale e nazionale e nell'amministrazione pubblica, il progetto ha previsto un viaggio a Palermo che ha consentito ai ragazzi di indagare diverse realtà  in un percorso totalmente dedicato all'argomento. Si è snodato fra luoghi più significativi della provincia di Palermo in un percorso di conoscenza e consapevolezza:
  • la sede dell'associazione di Addiopizzo
  • piazza Magione e il quartiere della Kalsa (quartiere in cui sono cresciuti Falcone e Borsellino
  • il negozio di Libera con i prodotti di Libera Terra
  • Corleone e la sede del laboratorio della legalità
  • Trappeto e il Borgo (centro di formazione fondato da Danilo Dolci)
  • azienda agricola Marisco fattoria solciale aderente ad Addiopizzo
  • Capaci luogo della strage che ha visto la morte fra gli altri del giudice Falcone
  • Cinisi: la casa museo di Peppino impastato
  • Cinisi: Radio Cento Passi
  • Palermo: negozio "La coppola storta" aderente alla rete Addiopizzo
  • Palermo: Palazzo di Giustizia e piazza della Memoria
  • Palermo: via D'Amelio luogo della strage in cui è morto fra gli altri il giudice Borsellino​

Manifesto progetto sicilia 100% antimafia 1
Manifesto progetto sicilia 100% antimafia 2
Manifesto progetto sicilia 100% antimafia 3

Conferenze serali su temi scientifici

SeralMente - Conferenze serali su temi scientifici  

Le conferenze "Seralmente" sono a cura del corso serale dell'ITI Majorana di Grugliasco.

    Prossimi eventi

  • MAR192019
    martedì 19 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 19/03/2019 14.30
    Fine: 19/03/2019 19:00
    martedì 19 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 19/03/2019 14.30
    Fine: 19/03/2019 19:00
    Oggetto: 14:30 3D Inf 5B Aut
    16:00 4D Inf 4B Aut 2C
    17:30 5D Inf 3B Aut 1C
    MAR202019
    Lab. Info 1 - Corso Cisco - Prof. Rapattone
    Inizio: 20/03/2019 13.00
    Fine: 20/03/2019 14:00
    Lab. Info 1 - Corso Cisco - Prof. Rapattone
    Luogo:
    Inizio: 20/03/2019 13.00
    Fine: 20/03/2019 14:00
    Oggetto:
    MAR202019
    mercoledì 20 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 20/03/2019 14.30
    Fine: 20/03/2019 19:30
    mercoledì 20 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 20/03/2019 14.30
    Fine: 20/03/2019 19:30
    Oggetto: 14:30 5T - 2N
    16:00 4D - Aut 1N
    17:30 3D - Aut 1O
  • MAR202019
    Corso CISCO CCNA
    Inizio: 20/03/2019 14.30
    Fine: 20/03/2019 16:30
    Corso CISCO CCNA
    Luogo:
    Inizio: 20/03/2019 14.30
    Fine: 20/03/2019 16:30
    Oggetto:
    MAR212019
    giovedì 21 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 21/03/2019 14.30
    Fine: 21/03/2019 19:30
    giovedì 21 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 21/03/2019 14.30
    Fine: 21/03/2019 19:30
    Oggetto: 14:30 5A Aut
    16:00 4A Aut 2B
    17:00 3A Aut 1B
    MAR222019
    venerdì 22 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 22/03/2019 14.30
    Fine: 22/03/2019 19:00
    venerdì 22 marzo 2019 - Consigli di classe
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 22/03/2019 14.30
    Fine: 22/03/2019 19:00
    Oggetto: 14:30 5B Inf 3B Bio
    16:00 4B Inf 2H
    17:30 3B Inf 1H
  • APR182019
    PASQUA
    Inizio: 18/04/2019 0.00
    Fine: 25/04/2019 23:55
    PASQUA
    Luogo:
    Inizio: 18/04/2019 0.00
    Fine: 25/04/2019 23:55
    Oggetto: FESTA
    MAG012019
    F. LAVORATORI
    Inizio: 01/05/2019 0.00
    Fine: 01/05/2019 23:55
    F. LAVORATORI
    Luogo:
    Inizio: 01/05/2019 0.00
    Fine: 01/05/2019 23:55
    Oggetto: FESTA

PON 2014-2020

Fondi strutturali europei PON 2014-20 
 

Amministrazione Trasparente

Albo On Line

Albo On Line

Codice Disciplinare

Calendario scolastico

Calendario scolastico 

Alternanza Scuola Lavoro

Alternanza scuola lavoro 
 

Bisogni Educativi Speciali

Bisogni Educativi Speciali

Formazione Neoassunti​

Auditorium

Auditorium ITI Majorana

L'auditorium di Istituto è dotato di 350 posti e di dotazioni multimediali avanzate. Per prenotazioni verificare il calendario online e contattare l'ufficio tecnico 0114113334 ufftec@itismajo.it
Calendario impegni
Modulo prenotazione.

Audiovisivi e Agorà

Audiovisivi ITI Majorana

Per prenotare l'aula audiovisivi o l'Agorà digitale verifica le prenotazioni online sul sito degli Audiovisivi ed invia una richiesta all'indirizzo e-mail audiovisivi@itismajo.it

​​

Messa a Disposizione

CMessa a Disposizione ​

Programmi e Didattica

Programmi e Didattica 
 

Microsoft Imagine

Microsoft Imagine offre a studenti con competenze di qualsiasi livello gli strumenti, le risorse e l'esperienza necessari per ottimizzare le proprie capacità e utilizzarle correttamente nel mondo del lavoro. Che si tratti di creare un gioco, progettare un'app o avviare un progetto, Microsoft Imagine consente agli studenti di sviluppare le proprie idee e realizzarle con determinazione.

Scarica il Software

Biblioteca

Auditorium ITI Majorana

Lo sportello della biblioteca è aperto nel seguente orario.

Lean Education Network

Lean Education Network 

Associazioni

Dschola

L'Istituto è uno dei centri di eccellenza dell'Associazione Dschola per la diffusione delle tecnologie didattiche nelle scuole del Piemonte.
www.associazionedschola.it
www.dschola.it
blog.dschola.it