Home page



  • Campus ITI E. Majorana Grugliasco

  • Auditorium ITI E. Majorana Grugliasco - per prenotazioni visita il sito www.itismajo.gov.it/audiovisivi

  • Auditorium ITI E. Majorana Grugliasco - per prenotazioni visita il sito www.itismajo.gov.it/audiovisivi

  • Campus ITI E. Majorana Grugliasco - campo da calcio

  • Campus ITI E. Majorana Grugliasco - campo da calcio

  • Laboratorio Informatica 1

  • Laboratorio Informatica 2

  • Laboratorio Sistemi Elettronici

  • Laboratorio Telecomunicazioni

OFFERTA FORMATIVA

Elettronica ed Elettrotecnica 
Informatica e Telecomunicazioni 
Chimica, Materiali e Biotecnologie 
L’Istituto Tecnico Industriale Ettore Majorana forma periti tecnici industriali negli indirizzi di "Informatica e Telecomunicazioni", "Elettronica ed Elettrotecnica", e "Chimica, Materiali e Biotecnologie" preparandoli ad inserirsi rapidamente in realtà produttive tecnologicamente avanzate o a proseguire con successo gli studi universitari. (Per saperne di più consulta l'Offerta Formativa.)
Open Day 2018/19 
MAJO OPEN DAY 2019
​​
LABORATORI ORIENTAMENTO - PRENOTAZIONI
​​​
INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI SERALE
​​​

NOTIZIE

di Nessuna informazione sulla presenzaCarlo Gino
​Lunedi 9 Dicembre 2019 ore 14,30 - 17,30 ci sara' presso l'AULA MAGNA AGORA', il secondo incontro per i referenti delle Classi Quinte del GRUPPO ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO DI ISTITUTO !
di Nessuna informazione sulla presenzaCarlo Gino

Lunedi 9 Dicembre 2019 ore 14,30 - 17,30 ci sara' presso l'AULA MAGNA AGORA', il secondo incontro per i referenti delle Classi Quinte del GRUPPO ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO DI ISTITUTO !

di Nessuna informazione sulla presenzaElena Baldino
​Per la terza volta consecutiva il Majorana è salito sul podio al concorso "Storie di Alternanza" indetto dalla Camera di Commercio di Torino. Il video...
di Nessuna informazione sulla presenzaElena Baldino

​Per la terza volta consecutiva il Majorana è salito sul podio al concorso "Storie di Alternanza" indetto dalla Camera di Commercio di Torino. Il video premiato riguarda il progetto di alternanza scuola-lavoro "Realtà Virtuale a Palazzo Madama", realizzato da un gruppo di studenti delle classi 3Ci, 4Ai e 4Di del corso di Informatica&Telecomunicazioni, tra gennaio e giugno 2019. Partner aziendali sono stati l'Associazione Dojo e la Fondazione Torino Musei.

"Realtà Virtuale a Palazzo Madama"

Premio "Storie di Alternanza" Camera di Commercio di Torino

di Nessuna informazione sulla presenzaWebmaster-C
L’Istituto Scolastico E. MAJORANA (TO) ha partecipato al Corso di Formazione “Dislessia Amica – Livello Avanzato” organizzato dall’Associazione Italiana Dislessia, ente accreditato dal MIUR per la formazione...
di Nessuna informazione sulla presenzaWebmaster-C
L’Istituto Scolastico E. MAJORANA (TO) ha partecipato al Corso di Formazione “Dislessia Amica – Livello Avanzato” organizzato dall’Associazione Italiana Dislessia, ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola, ai sensi della Direttiva Ministeriale 170/2016, conseguendo il titolo di “Scuola Dislessia Amica”.​
di Nessuna informazione sulla presenzaWebmaster-Z
​Come riconoscere e intervenire con quegli allievi che si isolano socialmente, una forma di auto-reclusione che lentamente li disaffeziona dalla scuola e dalla società. Un incontro formativo per...
di Nessuna informazione sulla presenzaWebmaster-Z
HIKIKOMORI.pngCome riconoscere e intervenire con quegli allievi che si isolano socialmente, una forma di auto-reclusione che lentamente li disaffeziona dalla scuola e dalla società.

Un incontro formativo per non essere impreparati ad affrontare un fenomeno  dai numeri sempre più importanti; un’occasione per mettersi in rete.

Interventi di 

 

Paola Damiani - Referente Inclusione USR Piemonte - Il protocollo dell'USR Piemonte per la gestione del ritiro sociale (hikikomori)

Elena Carolei - Presidente Hikikomori Italia Genitori - Le difficoltà delle famiglie e il supporto della associazione.

MARTEDI’17 DICEMBRE

DALLE ORE 14,30 ALLE 17,30

Presso AUDITORIUM ITI E. MAJORANA

Via Cantore 119 Grugliasco (To)

 

Info e iscrizioni su  www.itismajo.it/eventi/Lists/HIKIKOMORI​


in allegato trovate il volantino

Allegati:
Corso HIKIKOMORI.pdf    
di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida
​Non avendo raggiunto il limite massimo dei 25 iscritti tutti coloro che hanno compilato il modulo di pre-iscrizione sono automaticamente ammessi Gli ammessi devono scaricare il...
di Nessuna informazione sulla presenzaVincenzo Maida

Non avendo raggiunto il limite massimo dei 25 iscritti tutti coloro che hanno compilato il modulo di pre-iscrizione sono automaticamente ammessi


Gli ammessi devono scaricare il seguente modulo Mod_Iscrizione_M6-PRESENTATION_ConCalendario.pdfMod_Iscrizione_M6-PRESENTATION_ConCalendario.pdfe perfezionare l'iscrizione entro la data di scadenza pena l'esclusione.



Scadenza iscrizioni giovedi 28/11/2019 ore 13.00



Le iscrizioni sono aperte anche ad eventuali altri candidati fino al completamento dei posti disponibili​​
di Nessuna informazione sulla presenzaRenato Rondano
​Giovedì 5 dicembre, ore 14.30-17.30, presso l'auditorium del Majorana, si terrà l'incontro plenario dei docenti neoassunti in ambito PIE04-TO04​. Sono invitati anche i tutor scolastici.
di Nessuna informazione sulla presenzaRenato Rondano

​Giovedì 5 dicembre, ore 14.30-17.30, presso l'auditorium del Majorana, si terrà l'incontro plenario dei docenti neoassunti in ambito PIE04-TO04​. Sono invitati anche i tutor scolastici.

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​A due mesi dall’inizio dell’anno è ormai possibile avere un’idea di come stia procedendo l’inserimento dei nostri allievi di prima. I vari consigli di classe hanno approvato...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

A due mesi dall’inizio dell’anno è ormai possibile avere un’idea di come stia procedendo l’inserimento dei nostri allievi di prima. I vari consigli di classe hanno approvato una serie di attività e lezioni sia volte a far conoscere gli allievi fra loro sia a far loro conoscere l’ambiente in cui sono giunti dopo le scuole medie. In particolare però in ogni classe docenti diversi hanno collaborato per offrire strumenti di lavoro adeguati alle ragazze e ai ragazzi in entrata. Il progetto accoglienza quest’anno punta molto sull’offrire una cassetta degli attrezzi perché possano lavorare da soli in modo consapevole e organizzato. Se ogni ragazza o ragazzo avrà acquisito un metodo con cui studiare e compreso il senso di rispettare persone, arredi, ambienti e regole ne avremo certamente fatto degli studenti in grado di affrontare questo e gli anni a venire.  Come sempre il percorso iniziale in alcune classi è stato vissuto dai docenti  positivamente come un lavoro di squadra in altre è stato maggiormente frutto di un lavoro individuale che probabilmente non lascia agli allievi l’immagine di un’unitarietà del corpo docente nel perseguire obiettivi comuni. In linea generale gli studenti appaiono sereni e soddisfatti della loro scelta iniziale.

Quest’anno per la prima volta abbiamo incassato la disponibilità di alcune volontarie di Amnesty International (Gruppo 238, Torino), per parlare di diritti umani, regole, percezione di sé e degli altri oltre gli stereotipi. Attraverso attività individuali e di gruppo e discussioni guidate, studenti e studentesse sono stati/e stimolati/e alla presa di coscienza di sé e del proprio progetto di vita e alla riflessione sul rischio di agire e/o subire stereotipi, pregiudizi, etichettature. Sperimentando la propria capacità di mediazione, ciascuna classe è arrivata, infine, a individuare regole di comportamento condivise, con l’obiettivo di diventare un gruppo classe collaborativo, le cui relazioni si basino sul rispetto reciproco. Laddove supportata dalla motivazione dei partecipanti, l’attività ha certamente consentito riflessioni interessanti su di sé e il rapporto con gli altri. Un gruppo classe che funziona si vede anche dalla qualità delle relazioni fra le persone. Anche l’azione simbolica di una pianta da curare come metafora del prendersi cura dell’ambiente, di ciò che ci circonda e del farlo come gruppo, sta dando buoni risultati: le piante sopravvivono e non sono vandalizzate dalle classi ospitate nelle aule delle prime.

Il progetto avrà quest’anno la sua fase di chiusura a febbraio quando dieci classi su undici svolgeranno un’uscita di tre giorni a Prali,  presso il Centro Ecumenico internazionale Agape. Sarà una bella sfida, piuttosto innovativa rispetto al solito. Gli educatori, volontari, verranno a fine gennaio a scuola a conoscere docenti e ragazzi in modo da motivare le classi al percorso didattico che svolgeremo.

A Febbraio la partenza: ogni tre giorni si alterneranno due classi con relativi accompagnatori. Gli argomenti affrontati al soggiorno saranno: il gruppo, la collaborazione, l’inclusione, la valorizzazione delle differenze (anche di genere) gli ecosistemi ed il loro rispetto. La struttura ospitante, più simile ad un rifugio montano che ad un albergo, vedrà gli allievi confrontarsi con impegni pratici, come apparecchiare, sparecchiare, lavare i piatti, con un menù fisso flexitariano, in rispetto dell’ambiente, con un’attività didattica diffusa nel corso della giornata, fino a sera e con attività all’aperto nonostante le rigide temperature. Il senso di comunità sarà ulteriormente acuito dalla convivenza in stanze minuscole con letti a castello e bagni comuni: l’ordine da parte di tutti sarà necessario per una convivenza piacevole. 

Non ci resta che sensibilizzare le famiglie, affinché consentano ai figli, e li spingano laddove necessario, a partecipare. Abbiamo previsto anche qualche gratuità per le famiglie con gravi difficoltà economiche ed abbassato il costo rispetto al passato. Ovviamente se si tratta di accogliere,  la partecipazione delle classi al completo è molto importante per non generare, fin da subito, divisioni nel gruppo.

                                                                                                                                                             Alberto Elia

 ​​

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Qual è oggi lo scopo dell’istruzione tecnica? Puntiamo in alto: dobbiamo formare cittadini consapevoli delle proprie possibilità e liberi nelle scelte, anche ma non solo in ambito...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Qual è oggi lo scopo dell’istruzione tecnica? Puntiamo in alto: dobbiamo formare cittadini consapevoli delle proprie possibilità e liberi nelle scelte, anche ma non solo in ambito professionale. Tuttavia, anche se volessimo considerare obiettivi più concreti e necessità più imminenti, e la risposta fosse che dobbiamo innanzitutto fornire ai ragazzi gli strumenti per affrontare il mondo del lavoro, non possiamo dimenticare che questo mondo è profondamente cambiato negli ultimi anni, e richiede oggi una dose di flessibilità, apertura mentale e, perché no, creatività, molto più elevata che in passato.

In questo quadro le nostre priorità come scuola si stanno evolvendo e, sempre più spesso, gli stessi insegnanti di materie tecnico-scientifiche lamentano le difficoltà dei ragazzi di comprendere un discorso complesso e sviluppare il pensiero critico. Analizzando i dati delle rilevazioni nazionali, ma soprattutto pensando alla nostra pratica didattica quotidiana, noi insegnanti del Majorana pensiamo di aver individuato una possibile causa e quindi una soluzione praticabile per risolvere le difficoltà dei nostri studenti. La causa: il rapporto con il testo scritto è ogni giorno più problematico. Gli adolescenti comunicano e imparano dalle immagini e dai suoni e di fronte alla parola scritta sono a disagio. La lettura è per loro un processo macchinoso e un sacrificio. La maggior parte dei nostri ragazzi non conosce il piacere di immergersi in un bel racconto o di approfondire le proprie passioni concedendosi il tempo e lo spazio di una trattazione accurata.

Quale può essere la soluzione? Noi abbiamo pensato alla più scontata, ma allo stesso tempo alla più ambiziosa: favorire il contatto dei nostri studenti con i libri, insegnare loro ad amarli e, prima ancora, a non averne paura. A questo scopo è un grande aiuto la nostra bellissima e fornitissima biblioteca scolastica, che conta oltre settemila volumi molti dei quali, quando finiscono in mano ai ragazzi, li stupiscono per la loro bellezza e per il piacere che provano leggendoli. Dobbiamo superare però un ostacolo: ad oggi la nostra biblioteca è uno spazio poco praticabile, poco più che un deposito di libri. Quando i ragazzi vi mettono piede, la loro sensazione è quella di entrare in un luogo vecchio, polveroso e buio, e questo accresce le loro resistenze e la difficoltà del nostro lavoro. Per questo gli insegnanti del dipartimento di lettere hanno presentato un progetto per riqualificare lo spazio della biblioteca, rendendolo un luogo colorato, comodo e accogliente, un luogo che lavori al nostro fianco per conseguire un obiettivo cruciale: far scoprire ai ragazzi che leggere è bello, istruttivo, divertente e che ad ogni pagina la mente si apre, diventa più curiosa e smaliziata, più acuta e più libera.

                                                                                                          Mariano Acanfora

 ​

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Il progetto “Attive Compagnie” è finanziato dal Dipartimento Patologie delle Dipendenze dell’ASL TO3, coinvolge dodici scuole secondarie di secondo grado ed è gestito dalla Cooperativa Sociale ESSERCI. ESSERCI è...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Il progetto “Attive Compagnie” è finanziato dal Dipartimento Patologie delle Dipendenze dell’ASL TO3, coinvolge dodici scuole secondarie di secondo grado ed è gestito dalla Cooperativa Sociale ESSERCI.

ESSERCI è una cooperativa sociale mista che si occupa di servizi alla persona come risposta ai bisogni della comunità locale.
E’ un’organizzazione senza scopo di lucro la cui mission è dare cittadinanza ai diritti e ai bisogni delle persone, delle famiglie e delle comunità locali.

Il progetto “Attive Compagnie” si occupa dal 2011 di prevenzione e limitazione dei rischi correlati al consumo di sostanze psicoattive. La metodologia utilizzata per il progetto è quella della peer education (educazione tra pari). Il peer educator intende approfondire le proprie conoscenze sul tema in questione, desidera confrontarsi con altri studenti per poi prepararsi, organizzarsi e divulgare quanto appreso ad altri coetanei nella scuola. L’obiettivo è quello di diffondere una cultura di prevenzione e limitazione dei rischi. L’adesione al progetto è volontaria. L’impegno richiesto consiste in 5 incontri da 5 ore da svolgersi nel corso dell’anno scolastico principalmente in orario scolastico, 4 incontri a scuola e uno fuori sede.
“Attive compagnie” è attivo nel nostro istituto da diversi anni, con un riscontro positivo che ha coinvolto gli studenti del triennio grazie a una metodologia attiva, partecipata e non giudicante con una ricaduta significativa anche sul biennio.

 

Presentazione del progetto
Intervento di peer group education rivolto alla prevenzione dei rischi legati al consumo di sostanze psicoattive legali ed illegali.

La peer group education (PGE) è un sistema grazie a cui persone di età, status ed esperienza simile possono passarsi informazioni e imparare una dall'altra. Non c'è una relazione gerarchica tra insegnante e allievo. La PGE significa che persone con un interesse comune vengono istruite a sviluppare conoscenze e specializzazioni appropriate per condividere queste conoscenze in modo da informare e preparare altri pari e diffondere competenze e abilità simili all'interno dello stesso gruppo di interesse.

Fasi del progetto
Ogni scuola coinvolta, con la collaborazione degli educatori (due per ogni scuola), proporrà l’adesione al gruppo dei peer inizialmente agli alunni delle classi terza. La continuità del progetto garantirà negli anni a seguire un gruppo misto di ragazzi delle classi terza, quarta e quinta.

Il gruppo formato si raduna con gli educatori indicativamente una volta al mese per circa quattro ore ogni incontro.

  1. SELEZIONE PEER : 

Attraverso metodologie attive/partecipative e con la collaborazione dei peer senior, vengonoreclutati i nuovi candidati nelle classi 3°, con l'obiettivo di raggiungere un gruppo di circa 20-25 componenti.

  1. FORMAZIONE

La formazione dei peer, a cura degli educatori, si avvale di metodologia attiva, partecipata, non giudicante, diretta a stimolare il protagonismo e indirizzata sui seguenti ambiti: processi e dinamica di gruppo, life skill, prevenzione secondaria, selettiva e limitazione dei rischi nei consumi di sostanze psicoattive.

  1. DEFINIZIONE AMBITO DI INTERVENTO 

Il gruppo di peer definisce con chiarezza quali temi e quali elementi di prevenzione e di limitazione dei rischi legati al consumo di sostanze psicoattive dovranno essere diffusi nella loro scuola.

  1. WORKSHOP (febbraio 2019)

Tutti i peer educator delle scuole coinvolte nel progetto Attive Compagnie si riuniscono per una mattinata di lavoro con esperti del settore.

  1. PROGETTAZIONE INTERVENTO

peer definiscono le modalità e le strategie con le quali diffondere le informazioni ai compagni e a tutta la scuola.

  1. EROGAZIONE INTERVENTO

Vengono svolte le varie attività ed iniziative previste dalla fase quattro. 

I Peer Group: 

  • contribuiscono all'orientamento, alla stabilizzazione e alla sicurezza emotiva. Aiutano soprattutto a superare il sentimento di solitudine 
  • offrono uno spazio socialmente riconosciuto di libertà per provare nuove possibilità di relazione e permettono forme di attività sociali che sarebbero troppo rischiose fuori dal gruppo 
  • svolgono una funzione importante di acquisizione di protagonismo e senso di responsabilità attraverso la libera progettazione e la presentazione delle proprie iniziative. I singoli componenti esprimono la propria competenza, la creatività e la capacità di proporre azioni coerenti con le esigenze del contesto. 
  • possono facilitare l'acquisizione di un'identità facilitando la possibilità di identificazione con stili di vita confermi alla rappresentazione di sé.

Cristina Traversi

 

 ​

di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia
​Anno 2018 ; il nostro istituto ottiene i finanziamenti da parte della Comunità Europea per realizzare il progetto biennale europeo Erasmus+ KA229. Il progetto, coordinato dalla prof.ssa Danesino, dal...
di Nessuna informazione sulla presenzaAlberto Elia

Anno 2018 ; il nostro istituto ottiene i finanziamenti da parte della Comunità Europea per realizzare il progetto biennale europeo Erasmus+ KA229.

Il progetto, coordinato dalla prof.ssa Danesino, dal titolo “B.E.O.D.  Building Equality Over Diversity (Costruire uguaglianze sulle diversità)  è stato elaborato principalmente per promuovere una maggiore apertura verso altre culture, oltrepassando confini culturali che spesso limitano una reale conoscenza delle diversità di ciascun popolo. Talvolta la differenza è percepita come un limite mentre potrebbe diventare una ricchezza se affrontata con maggiore consapevolezza da parte dei principali attori della formazione scolastica: docenti e studenti. L’obiettivo generale del progetto è consentire ai partecipanti di entrare in contatto con studenti e insegnanti che operano in nazioni diverse dall’Italia allo scopo di condividere stili di vita, formazione culturale e riconoscere nell’altro e nel diverso una risorsa piuttosto che una minaccia.

Il desiderio di consentire ai giovani il contatto con modelli di vita internazionali ha accomunato un gruppo di insegnanti che hanno creduto nel progetto Erasmus+ “B.E.O.D” consentendone la complessa realizzazione.

Il progetto si concluderà ad Aprile 2020 con un evento finale organizzato dal nostro Istituto

I docenti delle scuole partners del progetto locate in Italia, Siviglia (Spagna), Cordova (Spagna), Selkuclu (Turchia), Falticeni (Romania) hanno ideato e condiviso le tematiche trattate in ciascuna mobilità sviluppandole in classe con gli studenti prima della partenza e presentandole nel paese ospitante sottoforma di video, canzoni, presentazioni digitali da cui sono scaturiti momenti di confronto intensi e arricchenti. Partendo da temi come la tolleranza, l’inclusione sociale, l’integrazione sono stati realizzati incontri e dibattiti nei paesi coinvolti (Italia, Spagna, Turchia e Romania) attraverso mobilità in cui a turno hanno partecipato gruppi di studenti iscritti, nel 2018, alla classe 3 A indirizzo informatico.

Per chi volesse approfondire la conoscenza del progetto può andare sul sito: http://www.beod.net/overview/

Di seguito riportiamo i commenti rilasciati da alcuni studenti coinvolti:

M1 ITALY:INCONTRO TRA I PARTNERS

Gennaio 2019: “Che l’avventura abbia inizio!”! Let’s the adventure begin!

“Finalmente i nostri partners sono arrivati in Italia e ci conosciamo. Saranno ospitati nelle nostre famiglie e vivranno con noi per sei giorni. Trascorreremo molte ore insieme cercando di comunicare in una lingua che non è la nostra!! Andremo a visitare posti in linea con il nostro tema: il Politecnico, il Museo dell’auto ma staremo anche a scuola per coinvolgerli nella nostra vita scolastica. “

M2: SPAIN - Siviglia

Febbraio 2019: “Parte il primo gruppo!” UP AND RUNNING

“Arrivati a Siviglia incontriamo i nostri partners. Viaggiare in un paese straniero trasmette sempre emozioni forti: la voglia di avventura e di mettersi in gioco ci accompagna per tutta la settimana. In giro per la città tutti insieme ci fa sentire cittadini del mondo. Condividere spazi comuni come la scuola rende aperte le nostre menti, pronte ad accogliere e trattenere le numerose informazioni trasmesse.”

M3: SELKOUKL-Turchia

Marzo 2019:

“La Turchia è un posto splendido. Le nostre culture sono molto diverse e condividere alcune abitudini diventa a volte difficile. Ma questo viaggio e stare insieme a gente del posto ci ha permesso anche di accettare le diversità, essere tolleranti verso le culture diverse dalla nostra. Ciò che conta è stare insieme e condividere momenti di gioia e di svago.”

 “Tolerance and brotherhood”. Siamo partiti dalla storia del poeta e filosofo persiano Mawlana che sostiene l’importanza della fratellanza per superare ogni barriera culturale. Abbiamo discusso del significato della tolleranza e dell’importanza di viverla.

M4 CORDOVA-SPAGNA

Aprile2019:

 “Solidarietà come responsabilità individuale” il tema di questa mobilità. Scopro come posso aiutare l’ambiente in cui vivo salvaguardandone la sua bellezza e ripettando la sua unicità. Erasmus è crescita, Erasmus è bellezza, Erasmus è gioia, è tristezza, felicità, lacrime, viaggio, sorpresa.”(Alessio)

M5 ROMANIA

Maggio 2019:

 “Trascorrere una settimana in Romania ha permesso un confronto con persone di diversa nazionalità, portatrici di culture straniere, richiedendo un’alta capacità adattiva e tollerante .(Mirko)

Siamo stati ospitati dai nostri coetanei rumeni e con loro abbiamo condiviso 6 giorni di vita quotidiana: ci si svegliava, si andava a scuola, si pranzava e si svolgevano attività sempre tutti insieme. Abbiamo legato tra noi in modo straordinario. Eravamo arrivati in Romania pieni di preconcetti, siamo ripartiti da lì a malincuore perché abbiamo conosciuto persone con una grande ricchezza d’animo.” (Alessandro)

Erasmus, servono solo sette lettere per scrivere questa parola che racchiude in sé un’esperienza al di fuori di ogni aspettativa e l’unico modo per comprenderlo realmente è viverlo (Federico)

                                                                                                          Rossella Capristo

 

 ​


CIRCOLARI

  • DOCENTI
  • STUDENTI
  • PERSONALE ATA
CODICE DISCIPLINARE ATA.pdf

eTwinning/Erasmus Plus

eTwinning 

eTwinning è una piattaforma per le scuole dei paesi europei per comunicare, collaborare, sviluppare progetti e condividere idee. Il nostro Istituto è stato riconosciuto a livello europeo come scuola eTwinning per l'innovazione didattica.

Erasmus plus 

Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020. Il nostro Istituto ha visto finanziato il progetto biennale "Costruire uguaglianza sulla diversità" che prevede mobilità con i partner europei.


[Leggi]

​​​​​

SCUOLA DISLESSIA AMICA

l’Istituto Scolastico E. MAJORANA (TO) ha partecipato al Corso di Formazione “Dislessia Amica – Livello Avanzato” organizzato dall’Associazione Italiana Dislessia, ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola, ai sensi della Direttiva Ministeriale 170/2016, conseguendo il titolo di “Scuola Dislessia Amica”.


Attestato

Dislessia Amica – Livello Avanzato  
​​​

CERTIFICAZIONI

 

Il First Certificate in English (FCE) è una certificazione di livello intermedio-alto che dimostra l'abilità di utilizzare l'inglese scritto e parlato quotidianamente per motivi di lavoro o di studio.

 

Il Preliminary English Test (PET) rappresenta il secondo livello degli esami Cambridge in English for Speakers of Other Languages. Il PET valuta la capacità di comunicazione quotidiana nella lingua scritta e parlata

 

Cisco Networking Academy la certificazione sui dispositivi di rete più prestigiosa e qualificata.

Per informazioni contattare il Prof. Renato Rondano.

 

Patente Europea del Computer

Per informazioni inviare una e-mail all'indirizzo ecdl@itismajo.it.

 

MTA (Microsoft Technology Associated) la certificazione sulla programmazione di base più qualificata e indipendente dalle tecnologie software.

Per informazioni contattare il Prof. Ferdinando Sanpietro.

 

PHP on MySQL la certificazione open source sulla programmazione Web back-end più qualificata.

Per informazioni contattare il Prof. Ferdinando Sanpietro.

Per saperne di più consulta il volantino delle certificazioni informatiche


 

ECDL Health è un programma di certificazione sul corretto utilizzo delle tecnologie digitali nel trattamento dei dati sanitari dei pazienti.

Per informazioni contattare il Prof. Carlo Gino.

Per saperne di più consulta la pagina www.itismajo.gov.it/ecdl-health

 

Il Patentino della Robotica COMAU permette di ottenere una certificazione riconosciuta a livello internazionale nell'ambito dell’automazione industriale. Il percorso di formazione ha una durata di 100 ore.

Per informazioni contattare il Prof. Giuseppe Minutoli.

Per saperne di più consulta la locandina.


​​​

Portale per la chimica

Portale tematico dedicato alla chimica ed alla educazione scientifica redatto dagli studenti che si ritrovano nel laboratorio di chimica al pomeriggio e che organizzano spettacoli itineranti di magie delle scienze.


Al termine dei lavori tutto il materiale viene pubblicato in rete su questo portale. Nel portale potrete trovare documentazione, immagini e video relativi a centinaia di esperimenti scientifici.... da non perdere!

www.itismajo.gov.it/chimica

Portale per la chimica 
 

MANIFESTI PROGETTO SICILIA 100% ANTIMAFIA

Il progetto Sicilia 100% antimafia è nato dal consiglio di classe della II O che ha costruito, attorno ad un percorso organizzato da Addiopizzo Travel di Palermo, una proposta didattica che ha coinvolto studenti e famiglie. Oltre ad un'attività didattica in classe che ha visto i ragazzi informarsi sul tema delle mafie, dei loro meccanismi di esistenza e di radicamento sul territorio, nel tessuto economico locale e nazionale e nell'amministrazione pubblica, il progetto ha previsto un viaggio a Palermo che ha consentito ai ragazzi di indagare diverse realtà  in un percorso totalmente dedicato all'argomento. Si è snodato fra luoghi più significativi della provincia di Palermo in un percorso di conoscenza e consapevolezza:
  • la sede dell'associazione di Addiopizzo
  • piazza Magione e il quartiere della Kalsa (quartiere in cui sono cresciuti Falcone e Borsellino
  • il negozio di Libera con i prodotti di Libera Terra
  • Corleone e la sede del laboratorio della legalità
  • Trappeto e il Borgo (centro di formazione fondato da Danilo Dolci)
  • azienda agricola Marisco fattoria solciale aderente ad Addiopizzo
  • Capaci luogo della strage che ha visto la morte fra gli altri del giudice Falcone
  • Cinisi: la casa museo di Peppino impastato
  • Cinisi: Radio Cento Passi
  • Palermo: negozio "La coppola storta" aderente alla rete Addiopizzo
  • Palermo: Palazzo di Giustizia e piazza della Memoria
  • Palermo: via D'Amelio luogo della strage in cui è morto fra gli altri il giudice Borsellino​

Manifesto progetto sicilia 100% antimafia 1
Manifesto progetto sicilia 100% antimafia 2
Manifesto progetto sicilia 100% antimafia 3

    Prossimi eventi

  • DIC122019
    Lab. Info 2 - Corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Inizio: 12/12/2019 14.30
    Fine: 12/12/2019 17:30
    Lab. Info 2 - Corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Luogo:
    Inizio: 12/12/2019 14.30
    Fine: 12/12/2019 17:30
    Oggetto:
    DIC142019
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 14/12/2019 15.00
    Fine: 14/12/2019 18:00
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 14/12/2019 15.00
    Fine: 14/12/2019 18:00
    Oggetto:
    DIC192019
    Lab. Info 2 - Corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Inizio: 19/12/2019 14.30
    Fine: 19/12/2019 17:30
    Lab. Info 2 - Corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Luogo:
    Inizio: 19/12/2019 14.30
    Fine: 19/12/2019 17:30
    Oggetto:
  • DIC192019
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 19/12/2019 18.00
    Fine: 19/12/2019 20:00
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 19/12/2019 18.00
    Fine: 19/12/2019 20:00
    Oggetto:
    GEN092020
    Lab. Info 2 - Corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Inizio: 09/01/2020 14.30
    Fine: 09/01/2020 17:30
    Lab. Info 2 - Corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Luogo:
    Inizio: 09/01/2020 14.30
    Fine: 09/01/2020 17:30
    Oggetto:
    GEN162020
    Lab. Info 2 - Test finale corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Inizio: 16/01/2020 14.30
    Fine: 16/01/2020 17:30
    Lab. Info 2 - Test finale corso ECDL HEALTH - Prof. Gino
    Luogo:
    Inizio: 16/01/2020 14.30
    Fine: 16/01/2020 17:30
    Oggetto:
  • GEN182020
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 18/01/2020 15.00
    Fine: 18/01/2020 18:00
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 18/01/2020 15.00
    Fine: 18/01/2020 18:00
    Oggetto:
    GEN232020
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 23/01/2020 18.00
    Fine: 23/01/2020 20:00
    OPEN DAY
    Luogo: ITIS MAJORANA
    Inizio: 23/01/2020 18.00
    Fine: 23/01/2020 20:00
    Oggetto:

Amministrazione Trasparente

Albo On Line

Albo On Line

Codice Disciplinare

Calendario scolastico

Calendario scolastico 

Alternanza Scuola Lavoro

Alternanza scuola lavoro 
 

Bisogni Educativi Speciali

Bisogni Educativi Speciali

Formazione Neoassunti​

Auditorium

Auditorium ITI Majorana

L'auditorium di Istituto è dotato di 350 posti e di dotazioni multimediali avanzate. Per prenotazioni verificare il calendario online e contattare l'ufficio tecnico 0114113334 ufftec@itismajo.it
Calendario impegni
Modulo prenotazione.

Audiovisivi e Agorà

Audiovisivi ITI Majorana

Per prenotare l'aula audiovisivi o l'Agorà digitale verifica le prenotazioni online sul sito degli Audiovisivi ed invia una richiesta all'indirizzo e-mail audiovisivi@itismajo.it

​​

Messa a Disposizione

CMessa a Disposizione ​

Programmi e Didattica

Programmi e Didattica 
 

Microsoft Imagine

 

Microsoft Imagine offre a studenti con competenze di qualsiasi livello gli strumenti, le risorse e l'esperienza necessari per ottimizzare le proprie capacità e utilizzarle correttamente nel mondo del lavoro. Che si tratti di creare un gioco, progettare un'app o avviare un progetto, Microsoft Imagine consente agli studenti di sviluppare le proprie idee e realizzarle con determinazione.

Scarica il Software

​​

Biblioteca

Auditorium ITI Majorana

Lo sportello della biblioteca è aperto nel seguente orario.

Lean Education Network

Lean Education Network 

Associazioni

Dschola

L'Istituto è uno dei centri di eccellenza dell'Associazione Dschola per la diffusione delle tecnologie didattiche nelle scuole del Piemonte.
www.associazionedschola.it
www.dschola.it
blog.dschola.it