Annunci: La biblioteca: uno spazio da vivere

Titolo

La biblioteca: uno spazio da vivere

Corpo

Qual è oggi lo scopo dell’istruzione tecnica? Puntiamo in alto: dobbiamo formare cittadini consapevoli delle proprie possibilità e liberi nelle scelte, anche ma non solo in ambito professionale. Tuttavia, anche se volessimo considerare obiettivi più concreti e necessità più imminenti, e la risposta fosse che dobbiamo innanzitutto fornire ai ragazzi gli strumenti per affrontare il mondo del lavoro, non possiamo dimenticare che questo mondo è profondamente cambiato negli ultimi anni, e richiede oggi una dose di flessibilità, apertura mentale e, perché no, creatività, molto più elevata che in passato.

In questo quadro le nostre priorità come scuola si stanno evolvendo e, sempre più spesso, gli stessi insegnanti di materie tecnico-scientifiche lamentano le difficoltà dei ragazzi di comprendere un discorso complesso e sviluppare il pensiero critico. Analizzando i dati delle rilevazioni nazionali, ma soprattutto pensando alla nostra pratica didattica quotidiana, noi insegnanti del Majorana pensiamo di aver individuato una possibile causa e quindi una soluzione praticabile per risolvere le difficoltà dei nostri studenti. La causa: il rapporto con il testo scritto è ogni giorno più problematico. Gli adolescenti comunicano e imparano dalle immagini e dai suoni e di fronte alla parola scritta sono a disagio. La lettura è per loro un processo macchinoso e un sacrificio. La maggior parte dei nostri ragazzi non conosce il piacere di immergersi in un bel racconto o di approfondire le proprie passioni concedendosi il tempo e lo spazio di una trattazione accurata.

Quale può essere la soluzione? Noi abbiamo pensato alla più scontata, ma allo stesso tempo alla più ambiziosa: favorire il contatto dei nostri studenti con i libri, insegnare loro ad amarli e, prima ancora, a non averne paura. A questo scopo è un grande aiuto la nostra bellissima e fornitissima biblioteca scolastica, che conta oltre settemila volumi molti dei quali, quando finiscono in mano ai ragazzi, li stupiscono per la loro bellezza e per il piacere che provano leggendoli. Dobbiamo superare però un ostacolo: ad oggi la nostra biblioteca è uno spazio poco praticabile, poco più che un deposito di libri. Quando i ragazzi vi mettono piede, la loro sensazione è quella di entrare in un luogo vecchio, polveroso e buio, e questo accresce le loro resistenze e la difficoltà del nostro lavoro. Per questo gli insegnanti del dipartimento di lettere hanno presentato un progetto per riqualificare lo spazio della biblioteca, rendendolo un luogo colorato, comodo e accogliente, un luogo che lavori al nostro fianco per conseguire un obiettivo cruciale: far scoprire ai ragazzi che leggere è bello, istruttivo, divertente e che ad ogni pagina la mente si apre, diventa più curiosa e smaliziata, più acuta e più libera.

                                                                                                          Mariano Acanfora

 ​

Scadenza

 

Ambito

Newsletter

Allegati

Elemento creato il 23/11/2019 08:43 da Alberto Elia
Ultima modifica eseguita il 23/11/2019 08:43 da Alberto Elia