Annunci: Al Majo si fa educazione alle pari opportunità

Titolo

Al Majo si fa educazione alle pari opportunità

Corpo

Sembrerebbe quasi un controsenso che, in un istituto in cui la componete maschile rappresenta quasi 90% degli studenti, si senta l’esigenza di parlare di pari opportunità e di uguaglianza di genere nelle scelte professionali e nel mondo del lavoro. La sfida è stata accolta già durante lo scorso anno scolastico da alcuni insegnanti del Majo, che hanno aderito, con le loro classi, ad un progetto dal titolo “Superare il gender gap nel digitale” proposto dalla Consigliera di Parità della Regione Piemonte, Giulia Maria Cavaletto, in collaborazione con il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino. Il progetto si è articolato in una serie di incontri, tre lezioni formative con interventi di esperti e di rappresentanti femminili nel mondo delle STEM, e una visita in azienda. A conclusione del percorso gli alunni del nostro Istituto hanno partecipato il 3 dicembre, alla Cavallerizza Reale, ad un debate con altre scuole della regione, sui temi della parità di genere nel mondo delle professioni scientifiche e informatiche, difendendo con onore la propria posizione.

La  scelta di portare avanti, nell’ambito dell’educazione a una cittadinanza responsabile, il tema della parità di genere, ci sembra  anche e soprattutto necessaria in un Istituto come il nostro, proprio per gli aspetti che lo caratterizzano; in primo luogo per l’alta componente di maschi, infatti sono proprio loro che maggiormente necessitano uno stimolo alla riflessione, che a partire dagli stereotipi di genere, non ancora superati,  li conduca a maturare una consapevolezza dei diritti dell’altro sesso, per costruire rapporti più equi nella società di domani; in secondo luogo perché il settore in cui le donne sono ancora in numero minoritario è quello delle STEM, (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica), vale a dire il mondo verso cui sono proiettati i nostri studenti e le nostre studentesse. Pertanto, anche nell’anno scolastico corrente, abbiamo aderito con tre classi, due quarte e una terza, ad un altro progetto, “Diritti 70.0”, il cui titolo fa riferimento ai diritti sanciti dalla Costituzione, per parlare di criteri di uguaglianza sulle chance formative e occupazionali.

Si sono appena conclusi i quattro incontri formativi presso la nostra scuola, a cui farà seguito un laboratorio per l’elaborazione di un prodotto creativo: disegno/grafica; trailer-minifilm; breve componimento (poesia, slogan o simili). Nel mese di maggio una delegazione di studenti e studentesse rappresentativa di ogni scuola coinvolta parteciperà a un incontro con rappresentanti istituzionali e del lavoro che si terrà nella sede istituzionale Palazzo Lascaris, all’interno dell’Aula del Consiglio Regionale del Piemonte, per esporre i quesiti-sfida elaborati dalle classi. In questa sede verranno esposti i prodotti creativi e votati dagli astanti in modo da far sperimentare ai ragazzi le modalità di voto istituzionale utilizzate dal Consiglio regionale. Un ultimo momento di dialogo degli studenti e delle studentesse, Summer Camp, sarà con esponenti del mondo del lavoro che svolgono professioni che contrastano lo stereotipo di genere.  L’ascolto delle testimonianze (per ciascuna sessione: una donna impegnata in un lavoro “tradizionalmente maschile” e un uomo in un lavoro “tradizionalmente femminile”) sarà preceduto da un momento di discussione guidato da persona moderatrice presente in aula e supportato da proiezione di foto e video.

Il percorso è riconosciuto come alternanza scuola-lavoro, trattandosi di un’esperienza educativa, co-progettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata a favorire, attraverso occasioni formative di alto e qualificato profilo, la capacità di tradurre le idee in azione, acquisendo consapevolezza del contesto in cui si lavora e capacità di cogliere le opportunità che si presentano.

 ​Giovanna Abele

Scadenza

 

Ambito

Newsletter

Allegati

Elemento creato il 26/02/2019 15:37 da Alberto Elia
Ultima modifica eseguita il 28/02/2019 23:31 da Alberto Elia